DEPOSITATO UNA MOZIONE URGENTE PER BLOCCARE IL CARO TICKET IN LOMBARDIA.

Carlo Borghetti

bor_ambrABBIAMO DEPOSITATO UNA MOZIONE URGENTE PER BLOCCARE IL CARO TICKET IN LOMBARDIA.

Una mozione urgente per ripristinare la gratuità dei ticket sulle prestazioni che dal 1 giugno sono diventate a pagamento e per far sì che la Giunta vari, entro luglio, con l’assestamento di bilancio, la modalità di applicazione dei ticket sanitari. L’hanno presentata il coordinatore del Patto Civico in Consiglio regionale, Umberto Ambrosoli e il capogruppo Pd Alessandro Alfieri a nome dei due gruppi e verrà discussa domani in Aula .
“Chiediamo anche che i ticket non siano modulati sulla base del valore economico della prestazione effettuata bensì in base al reddito dei cittadini, applicando il principio della progressività – dicono Ambrosoli e Alfieri – . La trasformazione in attività ambulatoriale di alcune prestazioni che prima venivano effettuate gratuitamente in regime di day surgery come per esempio l’intervento di rimozione della cataratta e l’intervento del tunnel carpale, già aveva comportato per i cittadini lombardi, dal 1 gennaio 2012, il pagamento di un ticket più alto per poter effettuare quelle prestazioni; ora dal 1 giugno un ulteriore aggravio di spesa è stato aggiunto per prestazioni di tipo chirurgico che fino al 31 maggio venivano erogate in regime di gratuità.
E’ ora di cambiare registro procedendo ad un ampliamento della fascia di esenzione e all’introduzione di un regime di compartecipazione alla spesa più equo”.
Milano, 18 giugno 2013

Lascia un commento