Parco del Lura, Laghetto della Rosa Camuna

Parco del Lura, Laghetto della Rosa Camuna, Osservazione al piano territoriale della Provincia

Il giorno 8 Settembre si è tenuta l’inaugurazione del “Parco della Rosa Camuna”, un parco naturale di circa mq. 50.000 posto tra l’intersezione del Canale Villoresi ed il torrente Lura nella zona Est di Lainate.
Il Partito Democratico, accogliendo con soddisfazione la realizzazione di questa nuova area a verde realizzata dal Consorzio del Lura e finanziata dalla Regione Lombardia, intende esprimere le seguenti considerazioni:
1) L’area è inserita urbanisticamente nel “Parco sovra comunale della Valle del Torrente Lura”. La Giunta precedente di Centro Sinistra aveva approvato una delibera con la quale il Comune di Lainate aderiva al parco sovra comunale (PLIS) vincolando a Parco locale tutta la zona Est di Lainate per una superficie di due milioni di mq (duecento ettari equivalenti a 400 campi di calcio). Un grande polmone verde nel quale integrare attività sportive, aree agricole, aree boschive, corsi d’acqua (Lura, Villoresi) e percorrenze ciclo-pedonali. Tale delibera fu approvata con i soli voti della maggioranza di centro-sinistra. Differenti e anche aspre critiche a tale scelta furono avanzate dalle altre forze politiche. A distanza di qualche anno tale scelta si è dimostrata oculata e in linea con la tendenza ormai diffusa di salvaguardare le aree libere e non consumare più suolo.

2) L’area rimane accessibile solo dall’alzaia del Villoresi. E’ necessario ed opportuno realizzare un anello che colleghi l’alzaia del Villoresi, il nuovo Parco e la via Montegrappa (zona Piscina) al fine di favorire la presenza di persone stimolate da percorrenze ciclo-pedonali diversificate.
E’ inoltre opportuno procedere ad una pulizia straordinaria del bosco lineare posto lungo il Villoresi tra la Via Litta ed il nuovo Parco. Tali interventi sono necessari al fine di non “isolare” la nuova area a verde.

3) L’area costituisce un importante tassello della Rete Ecologica Regionale e della Dorsale Verde del Nord Milano, in collegamento con il parco delle Groane, limitrofo, nei Comuni di Arese e Garbagnate.
Tale valore ambientale e paesaggistico potrebbe però essere irrimediabilmente intaccato da una nuova strada con andamento Sud-Nord che partendo dalla Via Mascagni (SP 119) corre verso Nord fino a collegarsi con la Via Garbagnate e all’area Ex Alfa Romeo. Su tale infrastruttura il PD ha presentato in Provincia una osservazione al Piano territoriale provinciale che recepisce, senza nulla obiettare, l’indicazione progettuale della strada nella tavola relativa alle infrastrutture.
Riteniamo necessaria una riflessione sulla “inutilità” di questo tratto viabilistico. Quale insediamento (commerciale, residenziale o industriale che sia) può creare esigenze tali da rovinare per sempre un’area che fa pare di un Parco sovra comunale, percorsa da un fiume, da un canale e da un suo secondario, frequentata tutto l’anno da cittadini (non solo lainatesi) che passeggiano o praticano sport, impreziosita dal piccolo “parco nel parco” appena inaugurato?

Lascia un commento