Pezzano salvo per due voti.

Pezzano salvo per due voti.

Pubblicato il 19 gennaio 2011 da Fabio18

Sotto il Pirellone presidio di dieci sindaci del centrosinistra, capitanati da Roberto Nava di Vanzago.

Non passa la «sfiducia» al direttore della sanità filmato a luglio 2009 con i boss della ‘ndrangheta.

Non passa la «sfiducia» al direttore della sanità filmato a luglio 2009 con i boss della ‘ndrangheta.

È salvo per due voti – mentre in aula brillano per l’assenza i 3 consiglieri Udc – Pietrogino Pezzano. La mozione che chiedeva al Pirellone la revoca della nomina del direttore generale dell’Asl di Milano 1, fotografato in compagnia di due affiliati alla ‘ndrangheta, è stata bocciata dal consiglio regionale per 32 voti contro, 31 a favore e 2 astenuti. Tra i firmatari del documento che bolla come inopportuna la scelta di Pezzano – in un’Asl interessata, peraltro, dagli investimenti Expo – ci sono esponenti Idv come Giulio Cavalli, Pd come Giuseppe Civati e Carlo Borghetti, Sel come Chiara Cremonesi, ma anche Udc come Enrico Marcora non presente, però, al voto insieme con i due colleghi di partito perché impegnato col leader Pierferdinando Casini a Milano.

da: corriere della sera del 19.01.2011

Lascia un commento